martedì 8 settembre 2015

Autunno gastronomico per 40 giorni

Quaranta giorni, da oggi al 18 ottobre, all’insegna della buona tavola proposta da ben 54 ristoranti di Locarno, Ascona e regione: è l’Autunno gastronomico Lago Maggiore e Valli, rassegna che per durata, numero di ristoranti coinvolti, impatto promozionale e soprattutto per il crescente successo di pubblico che la caratterizza è oggi la più importante del genere nel Ticino. L’Autunno gastronomico giunge quest’anno alla 16 edizione. Creato, lanciato e oggi ancora promosso dal titolare della Tipografia effe51 Flavio Bassi, un appassionato gastronomo che non ha mai lesinato gli sforzi per incentivare questa importante iniziativa, la rassegna vuole promuovere e sostenere il savoir-faire, la varietà e la qualità dei numerosi ristoranti presenti sul territorio. “Il Ticino e il Locarnese – osserva Flavio Bassi – hanno una densità di ristoranti e locali pubblici molto alta rispetto al resto della Svizzera. E la qualità dell’offerta non ha davvero nulla da invidiare ad altre realtà importanti. Anzi, direi che siamo conosciuti in Svizzera per essere un posto dove c’è una cultura del mangiar bene e del piacere di stare a tavola. È una realtà che noi vogliamo valorizzare con un evento che rappresenta un incentivo per il settore della ristorazione e del turismo e un’occasione ghiotta per il cliente. Alla 16 edizione partecipano ben 54 ristoranti – che rappresentano un nuovo invidiabile record di partecipazione – sparsi fra Brissago e Roveredo Grigioni. Ciascun ristorante presenta di principio un piatto e un menu allestiti appositamente per la rassegna. L’Autunno gastronomico si svolge con l’importante sostegno dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli. Non a caso. “La gastronomia – spiega Benjamin Frizzi, direttore marketing dell’Otlmv – sta diventando sempre più oggetto di promozione turistica, una promozione legata alle tradizioni e alla cultura del luogo. La gente è sempre più consapevole che mangiare bene e prendersi il giusto tempo per farlo equivale a vivere meglio. Sono molti i turisti che scelgono la loro meta anche in base alla tradizione e alla ricchezza gastronomica della regione. Il nostro ente turistico è dunque felice di poter accogliere nel calendario delle manifestazioni questo appuntamento, che esalta i sapori tipicamente autunnali e le preziose tradizioni della cucina di casa nostra”.

Legato alla rassegna vi è anche un concorso che mette in palio 5 buoni per una cena per 2 persone in 5 ristoranti che partecipano alla rassegna e diversi altri premi.

1 commento:

Anonimo ha detto...


Avanti con cibi prefabbricati e molte buste e poca gentilezza in molti casi e mangi e vai- e orari aperto- chiuso- ferie- giorno-riposo ecc.