8

lunedì 29 agosto 2016

Contributi pubblici per risanare strade e boschi

Importanti contributi pubblici nel settore forestale, approvati ieri dal Consiglio di Stato che coinvolgono i comuni di Gambarogno, Biasca, Osogna, Breggia e Acquarossa. Opere stradali, in particolare, per facilitare gli accessi o anche per evitare guai futuri generati da eventi naturali. Un primo intervento riguarda la sistemazione della strada che conduce al bacino di Caviano (Gambarogno)
così da garantire la viabilità, migliorando al contempo la sicurezza nelle zone abitate sottostanti. Il sussidio globale è pari a 327’339 franchi (55,5%), poco più 150mila franchi dal Cantone. Finanziamenti anche per le opere in zona Stampa-Pont Sceng (Biasca) necessarie ad assicurare la viabilità alla strada che conduce in zona e porre così rimedio al movimento franoso attivo da tempo. L’intervento garantisce fra l’altro la sicurezza agli abitanti della Val Pontirone e agli utenti della strada cantonale della Valle di Blenio; in questo caso il contributo globale ammonta a 59’500 franchi, quasi 30’000 a carico del Cantone, ai quali vanno aggiunti altri 144mila sempre a carico delle casse cantonali. Terzo intervento è quello delle Ffs in territorio di Osogna per la messa in sicurezza della linea ferroviaria lì ubicata e delle abitazioni situate nei paraggi. In questo caso il Cantone partecipa alle spese con un sussidio di 104’611 franchi. I lavori di premunizione, si precisa in una nota governativa, si rendono necessari per evitare la caduta di massi. Altro capitolo, sempre nell’ambito forestale, la pista Vallera-GaggioLaorina (Breggia) necessaria per la gestione dei boschi della Valle di Muggio. Si tratta di prolungare la pista esistente così da permettere il passaggio di veicoli forestali necessari alle opere di disboscamento. In questo caso è concesso un sussidio globale di 216mila franchi (su 360mila), 108mila dei quali a carico delle casse cantonali. Ultimo investimento, inteso come contributi, è quello relativo agli interventi di selvicoltura nel bosco di protezione. Il governo ha approvato il progetto definitivo del Patriziato di Leontica (Acquarossa) per opere a Castreda e Corzoneso; il sussidio globale ammonta a 218’400 franchi; 156mila dei quali a carico del Cantone.

Nessun commento: