lunedì 10 ottobre 2016

Gambarogno: Luce pubblica :Via quella tassa illegale.

I Gambarognesi da alcuni anni vengono depredati illegalmente con una tassa sulla luce pubblica. Sebbene il governo abbia decretato l' illegalita di questo prelievo da noi si continua a derubare il cittadino illegalmente.ora attendiamo che qualche consigliere comunale abbia finalmente voglia di fare quello per cui i cittadini lo hanno votato , si da ridare legalità a una tassa iniqua.

Elettricità: il Governo blocca Cadenazzo

Accolto il ricorso contro il nuovo regolamento, che prevedeva di far pagare l'illuminazione pubblica ai cittadini

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato un anno fa da Romana Lafranchi Sala a nome del gruppo Altra Cadenazzo contro il Regolamento sulle prestazioni contrattuali con i gestori delle reti di approvvigionamento elettrico elaborato dal Municipio e approvato dal Consiglio comunale.
Il regolamento, che consentiva al Comune di addossare ai cittadini le spese per l'illuminazione elettrica pubblica, è quindi stato annullato.
A riferirlo è La Regione, spiegando che secondo il Governo il regolamento "disattende i principi della casualità ed equivalenza".
Il Consiglio di Stato ritiene infatti che non esista alcun nesso tra il costo dell'illuminazione pubblica e del relativo utilizzo e il consumo di energia dei cittadini. Le tasse causali, scrive il Governo, devono rispettare i principi della copertura dei costi e della proporzionalità. Ciò che non era il caso con il regolamento voluto dal Municipio di Cadenazzo con l'obiettivo di recuperare gli introiti mancanti con la caduta della cosiddetta privativa.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Non trovo sia normale che più si consuma ad esempio le aziende ecc. e più si paga in proporzione questa tassa . Il consumo
ìlluminazione pubblica è per tutti uguale?? quindi da rivedere anche questo fattore