mercoledì 9 novembre 2016

'Un infopoint all'aeroporto di Locarno'

“Realizzare un infopoint multifunzionale in zona aeroportuale che permetta di promuovere il turismo, il costituendo Parco del Piano di Magadino, la vendita di prodotti agricoli e il noleggio di mezzi di trasporto ecologici”. Questo, anche considerando “che la scelta di quest’ubicazione potrebbe essere
favorita dal fatto che la proprietà è dell’ente pubblico e non è richiesto nessun nuovo acquisto di fondi”. Inoltre, “ritenuto che quasi i tre quarti del comprensorio sono sui territori giurisdizionali del Locarnese (40.7%) e della nuova Bellinzona (30.2%), non è pensabile coinvolgere le rispettive Organizzazioni turistiche regionali e i Comuni delle due regioni per valutare congiuntamente gli aspetti strategici, specie per quelli che vanno ben oltre il perimetro di protezione come l’informazione?”. Sono le due suggestioni contenute in un’interrogazione parlamentare al Consiglio di Stato, inoltrata da Claudio Franscella (Ppd, primo firmatario) e sottoscritta da 20 colleghi locarnesi e bellinzonesi di tutti i partiti.

1 commento:

Anonimo ha detto...


CON tutti gli odori crematorio, fabbriche mal odoranti, concimi, odori di gas, distruzioni di carcasse, diserbanti, incenerimento, depositi di gas, di carburanti il centro fognature all'aperto il piano di Magadino non è BIO ne PARCO meglio all'lungare la pista che sarebbe utile al turismo.