giovedì 2 febbraio 2017

Quei tombini che nessuno ripara

La strada gambarognese è rinomata, oltre che per il passaggio di grossi autocarri e dove cantone e comuni fanno cassetta,anche per la gran quantità di tombini che con la loro scarsa manutenzione creano pericoli agli utenti della stessa.Ci si chiede se per vederli riparati si dovrà attendere qualche incidente

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Gli addetti alla manutenzione se ne fregano se la rottura è a destra passano sulla sinistra oppure al contrario .I turisti oramai li conoscono questi buchi sonno anni che esistono.
.-Una occhiata la si potrebbe dare anche alle strade del povero Gambarogno, non solo a sud dl Cantone Ticino. (forse il bacino di voti della Lega è maggiore ).

Lucifero

guido ha detto...

Caro Lucifero si vede che sei vecchio....., non solo tombini ,ma marciapiedi scoscesi ,dove la passeggiata puo' essere una avventura quasi da pista di guerra come a Isone .Anche sono dell'idea che per fare fanfaronate come le ultime al sud del Ticino e spendere soldi inutilmente che si mettano in sicurezza le strade del Gambarogno . Anche nel Gambarogno i leghisti(anche occulti) sono molti,forza

guido ha detto...

Da anni marciapiedi e strade nel Gambarogno sono un disastro .Ritengo che invece di buttare via inutilmente soldi e tempo nel Mendrisiotto,che, anche i gatti e i cani sanno la causa dell'inquinamento. Forse ora di fare un po' di manutenzione anche sulla strada Cantonale del Gambarogno. Sono oltre 50 anni che non si mettono a posto i marciapiedi caditoie le ringhiere di protezione. Caro dipartimento del territorio dai una occhiata....... che magari riesci a racimolare un qualche voto

Anonimo ha detto...

Arriva la soluzione. inizia a Quartino con la nuovissima ciclopista pedonabile, con il primo tratto che va dal centro sportivo all'entrata di Magadino : investimento 5 milioni ( anche se affermano che saranno gli altri a pagare).