giovedì 8 giugno 2017

Aumento delle tasse d’utenza nel 2017

Aumento delle tasse d’utenza nel 2017 

Rinviare l’aumento per mancanza di una corretta informazione alla popolazione e sono previste maggiori entrate fiscali


A dicembre il Consiglio Comunale a maggioranza ha accolto su proposta del Municipio i preventivi per il 2017. Preventivi nei quali tra l’altro sono previsti i seguenti aumenti che vanno a toccare direttamente i borsellini della nostra popolazione:





A aumento delle tasse d’utenza rifiuti a seguito dell’introduzione del nuovo
sistema RSU con tassa sul sacco, grado di copertura 88% (77% nel
preventivo 2016), CHF 190'000.00;

B aumento delle tasse fognatura conseguente all’incremento dei valori di
stima (revisione), CHF 80'000.00;

C aumento delle tasse acqua potabile, grado di copertura 88% (77% nel
preventivo 2016), CHF 260'000.00.


Per Gambarogno rimane del parere che la vita nel nostro Cantone è già troppo cara rispetto al potere d’acquisto della popolazione e si oppone a qualsiasi ulteriore aumento del costo della vita.

Considerato che sono appena state emesse le fatture 2016 per l’acqua potabile e sulle stesse non figura una corretta informazione sugli aumenti previsti per il 2017. L’informazione è dovuta all’utenza e le permetterebbe di poter valutare gli oneri derivanti ed eventuali contromisure;
Considerato che a livello cantonale sono state segnalate maggiori entrate per Comuni e Cantone a seguito di numerose autodenunce concernenti capitali non dichiarati al fisco;

Con la presente interpellanza chiediamo al lod Municipio di rinunciare all’aumento delle tasse d’utenza.      


PER GAMBAROGNO

Cleto Ferrari, Giovanni Pampuri

1 commento:

Ill Passero di Vira ha detto...

E ti pareva. Adesso che cominciano a mancare i soldini, per una politica, secondo me orientata solo alle spese voltuamente incontrollate, e non al risparmio,si comincia a far passare alla cassa i cittadinI ( i soliti noti - leggasi ceto medio).
Per furtuna, è solo un mio modesto parere, qualche Consigliere comunale (sempre lui) chiede lumi al riguardo di tassaltopoli. Gli altri, probabilmente causa l'anticipata afa estiva si trovano meglio sui lidi che nelle aule dove dovrebbero rappresentare, magari, anche i pareri dei cittadini.
Vedremo quello che ci aspetta dopo l'accettazione della tassa (rüt)e quelle che saranno le conseguenze a livello comunale.
Penso che da noi il vocabolo risparmio (visti mega progetti, risorse umane, veicoli e quantaltro) sia stato cancellato dal Garzanti di turni.

Pace e bene a chi ha dato fiducia ai "nostri politici".

Il Passero di Vira