martedì 11 luglio 2017

Di turismo e dintorni

due bagni pubblici e un po di limo o fondo di laghetti di centrali elettriche possono aiutare .



3 commenti:

Anonimo ha detto...

Non è che queste porcherie (limo scaricato a piacimento dai bacini artificiali) compromettono solo il turismo.
Compromettono in modo irrimediabile anche la proliferazione dei pesci. Capita sovente di vedere gli spurghi dei laghetti alpini immediatamente dopo la fregola dei pesci.
In poche parole il limo copre le uova appena deposte. Potete immaginare il risultato.
Questo è un vero menefreghismo ecologico. E noi poveri pescatori dilettanti ci vengono a misurare gli agoni se misurano 20 o 19 cm.

un pescatore incavolato (ufficio della caccia e della pesca dove sei?)

Anonimo ha detto...


Caro pescatore, comprendo la tua ira, in quanto anchiio pescator...na devi sapere che ,
ogni spurgo dev'essere approvato dall'ufficio cantonale Caccia & Pesca e
le concentrazioni di limo non possono superare la soglia stabilita dall'ufficio citato.
Per tutta la durata di spurgo viene redatto un protocollo contenente le % di concentrazioni rilevate nei corsi d'acqua interessati,prelievi effettuati ad intervalli ogni 15 min ca in diverse posizioni lungo i fiumi in causa.

Condivido che gli spurghi debbano esser eseguiti durante le piene con grandi piogge, ma questo, tecnicamente non sempre è possibile.

Comunque non mollare, la pesca deve dar piacere e non rabbia...






Anonimo ha detto...

grazie per l'appoggio morale.
Queste dovrebbero essere le regole ma, purtroppo, tante volte sono disattese.
Non voglio tirarla per le lunghe. E' come pretendere di regolare i deflussi minimi dei fiumi. I risultati della mal gestione dei corsi d'acqua sono li da vedere.

Buona serata