giovedì 1 ottobre 2015

Uso parsimonioso delle risorse?

Nella recente seduta del consiglio comunale, è stato approvato un credito di 200000.- per l’acquisto di una scopatrice meccanica per la pulizia delle strade comunali.La giustificazione è stata quella della lunghezza delle strade del comune (ca 70KM, ma non tutte le strade vengono scopate) e del costo dell’esternalizzazione del servizio.Il cittadino si pone delle legittime
domande sull’opportunità di dotarsi di un simile veicolo. Le strade del comune sono nella loro totalità delle strade che attraversano la campagna, i boschi e i prati. È più che naturale che la campagna rilasci sui bordi delle strade delle foglie o erba. Attualmente questo servizio è dato a ditte esterne ,con dei costi per scopatura di 10000.- Dopo alcuni giorni, i sedimi stradali, proprio perché interessano la campagna sono come prima. Il nuovo mezzo, impegnerà sicuramente una persona, la quale, per giustificarne l’adozione dovrà continuamente girare per le strade con questo mezzo, operazione che crea problemi al traffico e inquinamento fonico. La durata di questo tipo di veicoli è stimato in ca 10 anni, poi l’usura, la ruggine e la tecnica diventata obsoleta ne chiederà la sostituzione. Non valeva la pena lasciare appaltato all’esterno tale servizio limitando i passaggi ed evitando i relativi costi di manutenzione al veicolo, recuperando inoltre un operaio per le squadre esterne? Chi lo sa, oramai siamo un ..grande comune , ma si continua a volersi dotare di tutto. P d V

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Finalmente,chissà se funziona sui marciapiedi o nelle viuzze dei paesi ??? Ai tempi che furono si usavano bene le scope di sagina ,la carriola raccogli sporcizia, ora al loro posto si ricorre ai soffiatori spargitori di immondizia.

Anonimo ha detto...


Ma non adoperarla sulle Strade Cantonali ! . Il Cantone deve avere le Sue scopatrici !.