venerdì 16 settembre 2016

Tassa sul sacco "fai da te"

Stufo di attendere il Cantone, il comune del Locarnese introdurrà il proprio sistema a partire dal 2017GAMBAROGNO - Un minimo di un franco e dieci centesimi per 35 litri di spazzatura a partire dal primo gennaio del prossimo anno. Il Gambarogno è stufo di attendere i comodi del Cantone e ha quindi deciso di fare tutto da sé, introducendo un nuovo sistema tariffale per i rifiuti solidi urbani.

Il regolamento sui rifiuti attuale sarà adattato alla nuova realtà, riferisce la Regione nella sua edizione odierna. I costi saranno divisi in due parti, una per sostenere oneri fissi e spese di raccolta e l'altra per pagare lo smaltimento. «L'ammontare delle tasse deve corrispondere alle spese sostenute» spiega il Municipio. Eventuali eccedenze o disavanzi nel consuntivo determineranno quindi, rispettivamente, l'aumento o la riduzione dell'importo della tassa    da tionline

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Seguendo i radicali della separazione ei rifiuti, anche il Gambarogno vuole emulare altri comuni con questo balzello, sicuramente difficile da applicare e calcolare.
I dati apparsi sul quotidiano parlano di un consumo valutato in 45 sacchi annuali da parte dei residenti e 35 da parte delle case di vacanza. Un dato sicuramente sballato tenendo conto che rimangono aperte ca 3 settimane all'anno, e che la maggior parte di queste neppure più vengono aperte o sono in vendita.
La separazione dei rifiuti nel Gambarogno, grazie anche agli sforzi del comune ha raggiunto una percentuale molto elevata, oltre la quale sarà difficile andare.
Aumenteranno però gli abusi, nelle zone discoste i sacchi non ufficiali avranno un incremento. Problemi saranno pure da mettere in preventivo per la depurazione, dove confluiranno irrimediabilmente tutti i rifiuti di piccolo taglio inseribili nel water.
Nessuno ha pensato ai problemi delle persone anziane, che avendo poco consumo, non possono tenersi i rifiuti domestici in casa fintanto che il sacco non sarà colmo.
Sarà necessario nuovo personale per gestire la faccenda amministrativa e di sorveglianza. Quali saranno i costi?
Non era megli lasciar fare al cantone una volta per tutte ?

Anonimo ha detto...

Ma era il vecchio consiglio comunale che spingeva per tutto e subito.
Chiaramente si arrischia di andare incontro ad un lavoro inutile, magari anche con ricorsi e spese per una soluzione che deve essere inventata .

Anonimo ha detto...


Siamo stanchi di tutte queste tasse inventate per fare cassa.

Anonimo ha detto...


Tassa sul sacco é illegale già pagando la tassa rifiuti, deve rientrare nelle spese comunali !