domenica 20 novembre 2016

Quando i buoi sono fuori dalla stalla

Il municipio di Magadino, sta cercando di correre ai ripari ,per quella che sembra essere una stucchevole raccolta di firme contro la nuova tassa sul sacco .
Non c'è da meraviglirasi che i cittadini firmino tranquillamente il referendum.
E perché? Ma in primis perché dalla raccolta delle firme sono venuti a conoscenza dell'iniziativa municipale di voler procedere sulla via solitaria all'introduzione del nuovo balzello, quando dietro l'angolo il cantone stà portando a termine un compito a carattere cantonale.
Sicuramente una soluzione non facile, in quanto le situazioni non sono tutte uguali nel nostro piccolo cantone.
In secondo luogo, i cittadini vorrebbero capire cosa verrà a costare effettivamente la raccolta e smaltimento dei rifiuti .
Il municipio ha ritenuto di fare un articolo di stampa, invece di informare compiutamente i cittadini.
Ma niente è chiaro in questa informazione. Il volantino annunciato non è ancora distribuito. Si tenta forse di ritardare il tutto? Il municipio non dovrebbe aver paura di sottoporre l'oggetto al giudizio dei cittadini, i quali, avendo sempre dimostrato sensibilità alla problematica, sapranno valutare se quanto deciso è corretto o meno.
Manca completa trasparenza sulla tassa di base :
-attualmente si potrebbe dedurre che il conto rifiuti sia finanziato dalle imposte. Con l'introduzione del nuovo balzello e l'adattamento della tassa di base ( che non si sa come venga calcolata), questo deficit dovrebbe essere saldato, per cui è da presumere che le imposte subiscano una diminuzione?
Da quanto dichiarato la risposta dovrebbe essere positiva, altrimenti, di effettiva nuova tassa si tratterebbe. 
Per cui al momento attuale è positivo che i cittadini virtuosi firmino e poi decidano.
Un cittadino

15 commenti:

Anonimo ha detto...

il Municipio visto che è in corso un referendum proposto dal movimento PER GAMBAROGNO si è deciso, finalmente, animato dalla paura di una possibile votazione, di dare delle
spiegazioni che non rispettano pienamente la realtà.
Evidentemente il malvezzo di continuare a tartassare il cittadino con balzelli sempre piu'elevati comincia, purtroppo, a far breccia anche nel nostro beneamato Comune.
D'altra parte occorre rilevare anche il pessimo servizio dato al cittadino per quanto riguarda la raccolta e consegna rifiuti.
Basti vedere i contenitori dei rifiuti e il centro di raccolta ingombranti a Quartino.
E' mai possibile che si possano portare i rifiuti unicamente il mercoledi' pomeriggio e i sabato. A ad esempio il sabato la colonna degli autoveicoli arriva talvolta, per chi arriva a sud, oltre la stazione.
Mi sembra che il tempo del "rodaggio" dell'organizzazione del Comune sia trascorso da tempo. Quindi i politici, anziché introdurre nuove tasse, dovrebbero esaminare la possibilità di risparmiare sui centri di costo dove è possibile risparmiare (e ve ne sono) e tralasciare progetti megagalattici (leggasi porto). A proposito i quasi 16 milioni (che arriveranno almeno a 20) sono compresi dell'IVA.

salutoni da un contribuente, anche se non milionario, molto adirato per non dire altro.

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo estensore che non ha il coraggio di firmarsi :
primo : non raccontare frottole come quelle della coda al sabato - l'hai vista solo tu
secondo: negli altri comuni limitrofi ( controllare pf ) i giorni di consegna
degli ingombranti sono 2 al mese.
Dunque, caro anonimo informati prima di sparare a vuoto.

Luc

Anonimo ha detto...

Caro Luc,

ritengo che l'anonimo in discussione non ha sparato a vuoto , ho dovuto attendere a diverse riprese al centro di raccolta ....
Per quanto riguarda all'anonimato è meglio essere anonimi e rispettare le buone e belle regole di espressive.

pensaci ciao, Gigi da Viganel

meocarota ha detto...

Secondo gli ultimi dati il Gambarogno non è vero ch sia così bravo a riciclare, in effetti abbiamo prodotto 397Kg/per abitante di RSU (Rifiuti Solidi Urbani): sacchi neri che vanno all'inceneritore. La media generale dei comuni , secondo questi dati, è di 257 Kg/per abitante, mentre quella dei Comuni con tassa sul sacco di 150Kg/ab. Siamo gra gli utlimi in classifica! L'ex comune di Contone, a suo tempo, con la tassa sul sacco aveva soli 168Kg/ab di RSU.

L'ecocentro di Quartino è aperto quotidianamente e si è voluto limitare i giorni per gli ingombranti a causa di innumerevoli abusi.

La tasssa sul sacco di 70 ct. non incoraggia la separazione per le persone poco sensibili all'ambiente.
Pawlo

Anonimo ha detto...

Bravo furbo. Ma dove vivi? Conosci il Gambarogno?
Lo sai che c è qualche abitazione secondaria sul territorio e che genera qualche etto di rifiuti?
Le statistiche vanno valutate correttamente.
Non si conoscono i fati mensili ma sono sicuramente indicativi in questo senso

Anonimo ha detto...

ehm..chiedo scusa..ma nel calcolo dei rifiuti prodotti nel nostro comune si è tenuto conto di quelli che arrivano a buttare la spazzatura da comuni che hanno già la tassa sul sacco?

Personalmente sono contraria alla tassa sul sacco SENZA ribasso della tassa rifiuti, però ne ho le tasche piene di vedere gente o sentire direttamente da loro che vengono da noi a buttare i sacchi della spazzatura perchè noi abbiamo ancora il sacco nero!

Penso che se si ribassasse la consistente tassa sui rifiuti nessuno avrebbe da ridire sulla tassa sui sacchi, che fa girare le scatole è la solita storia: l'abuso di alcuni fa pagare tutti.

Anonimo ha detto...

Che il popolo firmi e che il popolo decida.

Anonimo ha detto...

D'accordo con l'ultimo anonimo.
Perché aleggia una cosi grande paura di far votare la gente, se come dice il Municipio, di fatto non vi sono aumenti,e non è vero.
Inoltre fate quattro calcoli che, la separazione dei rifiuti non porta nessuna diminuzione di costi.
Vi ricordate un servizio della RTSI1 di qualche anno fa che mostrava la fine dei rifiuti che in precedenza erano stati separati. Il sottoscritto fu casualmente intervistato a Bellinzona al centro di raccolta. Visto che ero e sono un "differenziatore"mi fu chiesto se sapevo la fine che facevano questi rifiuti. La settimana seguente me ne sono reso conto. Indovinate come finiscono' E' in palio un pece siluro filettato. Le lische sono rifiuti solidi.

Anonimo ha detto...

Calcolo dell'autorità per la tariffa di base.
Principio della causalità: una economia domestica, è tassata in base alla sua superficie, indipendentemente se vi abita una persona o 10( causalità???)
Calcolo del consumo di sacchi: casa primaria : 41 sacchi all'anno/ casa secondaria : 35 sacchi all'anno)
Nessuno di chi ha votato questo regolamento ha pensato che c'è qualcosa che non quadra?Le case secondarie che media di utilizzo hanno sull'arco di un anno ? Una.. due.. tre...settimane?
La conseguenza ipotizzabile, è che il costo del sacco decolli , naturalmente a carico dei domiciliati la spesa mnon potrà che aumentare.

Anonimo ha detto...

fondamentalmente chi sarà che ne trarrà un beneficio?
I proprietari delle case secondarie.
Punto e a capo.
Come al solito noi pagheremo anche per loro, come per ogni infrastruttura di base.
Persa questa volta la buona occasione: grazie

Anonimo ha detto...



Ei... attenzione il Municipio è del GAMBAROGNO non di Magadino ...........


Il Lod. Municipio del Gambarogno si permette di inviare volantini ..... contro un possibile referendum ,a spese del contribuente . Non è un abuso ?.....Mah ( pari opportunità)

Arnold. W.

Anonimo ha detto...

Bravo Arnold,

visto lo scarso contenuto delle argomentazioni si è voluto stamparlo a colori che costa di piu'.
Dovrebbero pagarlo chi ha avuto questa bella idea, Il colore non cambierà comunque l'esito della raccolta firme che é fatta da persone che ci mettono del loro senza spendere soldi dei contribuenti.
Lasciamo perdere l'abuso quando si è alla canna del gas in fatto di argomentazioni si fa quello e altro.

un cittadino che spera sempre nella lealtà dei politici eletti dal popolo









Anonimo ha detto...


Sempre più' spese per i Residenti, col tempo che corre diminuire le spese ai cittadini !.

Anonimo ha detto...

Bella la precisazione del municipio di Gambarogno e non di Magadino. Forse l'estensore intendeva il municipio che opera solo a...Magdino.ich ich

Sabrina Fiala ha detto...

Io ho fatto un calcolo. Attualmente pago 240.- e il sacco la Migros o Coop o Aldi o chi per esso non me lo regala. Con la nuova tassa ne pago 160.- e consumo ca 1 sacco ogni 2 settimane . Costo del sacco fr 1.10. Fatevi i conti ....