domenica 26 marzo 2017

Binari svizzeri in cattive condizioni

Secondo la NZZ un terzo delle rotaie necessita di manutenzione, il 10% è insufficiente. Oggi intanto dovrebbe riaprire la stazione di Lucerna.

Un terzo dei binari in Svizzera versa in cattive condizioni. Lo afferma nella sua edizione odierna, domenica, la NZZ am Sonntag che ha analizzato l’ultimo
rapporto sullo stato della rete. Secondo questo studio, le Ferrovie federali sono confrontate con strutture che necessitano di ristrutturazioni. Il 10% addirittura vengono menzionate nella categoria "insufficiente" (possono essere pregiudicati i collegamenti). Ad ogni modo, nonostante questi voti bassi, la sicurezza, si sottolinea, viene garantita in ogni momento. Oggi intanto dovrebbe tornare operativa la stazione di Lucerna dopo l’incidente avvenuto mercoledì, quando un Eurocity proveniente da Milano ha deragliato provocando gravi danni.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

C'è da stare allegri sul futuro ferroviario dal quale il Gambarogno non sfugge.
I binari sono obsoleti e mal messi hanno affermato in una misura preoccupante.
A Lucerna , una stazione appena rinnovata i treni escono dai binari.
I vicini di confine stanno ora rendendosi conto dei pericoli che li attanagliano nel prossimo futuro.
E da noi per il Gambarogno, continuano a declamare che investiranno milioni per migliorare la ferrovia, secondo gli accordi recenti.
Ma questo vuol dire prendere la gente per i fondelli: gli investimenti sono per ripristinare accessi e passaggi che vengono compromessi con il raddoppio della linea e ampliare un sottopassaggio che c'entra come i cavoli a merenda con la sicurezza ferroviaria. Hanno investito milioni per i ripari fonici, misura che si stà rivelando inutile, in quanto con i nuovi convogli il problema è dato dalle vibrazioni e non dal rumore, in quanto viene indirizzato verso l'alto, inquinando un'altra parte del territorio.
Si infondono risorse in una linea obsoleta e che non rispecchia un minimo di sicurezza ,in merito al territorio che attraversa, soggetto alle bizze della natura in modo marcato

Anonimo ha detto...

signori estremi mali estremi rimedi chi vivra vedra ( buum.)