venerdì 5 maggio 2017

«Con il Gambarogno per sostenere la battaglia sui Tilo»

In vista del nuovo collegamento Arcisate-Stabio, il sindaco di Luino non intende perdere il primato di passeggeri per raggiungere Malpensa

 JC

LUINO -  «Arriverà l’Arcisate-Stabio, certo, ma è da noi che passa la via più breve per raggiungere Malpensa da Bellinzona». Il sindaco di Luino, Andrea Pellicini, non nasconde una certa preoccupazione in vista del nuovo collegamento ferroviario. All’ultimo consiglio comunale - come riporta VareseNews - pare sia stata lanciata battaglia contro il depotenziamento del trasporto passeggeri sulla linea Bellinzona-Luino per l’aeroporto di Malpensa. «Questa via c’è già - ha precisato il sindaco - e passa da Luino. E per non perdere il nostro primato, ci faremo aiutare dai colleghi del Gambarogno a sostenere questa battaglia sui Tilo».

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma penso che sia piu' che giusto unire le forze , con i vicini Italiani , per ottenere qualche briciola , altrimenti ci ridurremo .... seduti a fianco dei binari con espressione miserevole ad aspettare che arrivino le pelli di banana lanciate
dai cari amici e compatrioti del nord , che foraggiano a suon di migliaia di CHF alcuni politici. purtroppo anche della vicina Italia .

Anonimo ha detto...

Viene il dubbio che le autorità del Luinese ne sappiano qualcosa di più rispetto ai nostri?
Il dubbio è legittimo. Da questa parte del confine si sono impegnati per farsi garantire passaggi a livello, sottopassaggi, contributi e donazioni.
Dall'altra, oltre che ricevere un pacco di milioni dalla svizzera si stanno attivando, in quanto il loro legittimo timore, è che il traffico passeggeri venga abolito, a favore del traffico merci. E questo dopo alcuni fatti che stanno ora affiorando con la prevista attivazione della linea che uscirà da Mendrisio , verso Stabio e Arcisate.
Quale sarà il trasporto pubblico nel Gambarogno?
Si stà spingendo su gomma a tutto spiano, ma sul traffico passeggeri interno e internazionale su ferro, si accumulano i nuvoloni.
Del resto già hanno provato una volta ed è andata buca. La percentuale di utilizzo è bassa, e ci vorrà poco che a Berna FFS dica stop ai viaggiatori su questa linea.
Non dimentichiamo che il rinnovo delle concessioni è vicina e la concorrenza è sul filo del rasoio.
Musica del futuro prossima, molto prossima.