martedì 27 giugno 2017

Porto Gambarogno - pubblicazione nuovo concorso per l’esecuzione delfalso fondale

A seguito della decisione del TRAM che ha annullato l’aggiudicazione concernente l’esecuzione del falso fondale per il nuovo Porto del Gambarogno, che sorgerà a San Nazzaro, il Municipio ha deciso di pubblicare un nuovo concorso per questa parte d’opera,
conformemente ai disposti del Concordato intercantonale sugli appalti pubblici. Né l’aggiudicataria né il Consorzio ricorrente rispondevano infatti ai requisiti di legge.
Tutto fermo invece per quanto concerne i moli frangiflutti. Infatti, la decisione del TRAM per questo lavoro è stata impugnata dall’aggiudicataria al Tribunale federale, per questo motivo bisognerà attendere la decisione dell’Alta Corte. 
Ritenuta l’avvenuta crescita in giudicato delle altre delibere, il Municipio auspica che la pubblicazione del nuovo concorso possa permettere di riprendere l’esecuzione dei lavori del Porto.

5 commenti:

Anonimo ha detto...


....tra la diga di cadepezzo ed il falso fondale del porto
non riesco più a riprender sorriso !

Anonimo ha detto...

Sempre che nessun dica niente per l'aumento dei costi a carico del contribuente . Aumenti .....piu' che milionari ...... Bravi...Bravi....Bravi il porto è proprio necessario.... . I cittadini del Comune l'attendono da anni con ansia. Le strade del Comune fanno pietà compresa la principale , ma abbiamo il porto , bello e nuovo , che dai calcoli di SUPER DOTATI ci porterà sicuramente ad una situazione finanziaria del Comune invidiabile. Andremo poi a vedere le barche che vanno e che vengono .....

Anonimo ha detto...

Ci sono cose più urgenti da sistemare nel comune (come i fatiscenti marciapiedi, le ringhiere o parapetti arrugginiti e fuori norma, le già citate strade colme di buchi o con un asfalto da terzo mondo oppure snellire l'elefantesco ufficio tecnico, eccetera eccetera) ma si insiste cocciutamente col volere portare a termine la cattedrale nel deserto che una buona parte dei cittadini non desidera affatto.

Anonimo ha detto...

Che si risottonga il tutto al consiglio comunale, con una richiesta di credito dettagliata e precisa.
Poi i cittadini, una volta per tutte potranno decidere, se vogliono questo porto, un altro porto o nessun porto

Anonimo ha detto...

mi sembra che piu' di un falso fondale siamo governati da politici senza fondo.
A buon intenditor.......
Guardate che se le cose vanno come auspico sarà referendum.
buona serata