lunedì 28 settembre 2015

Battelli rinnovo della convenzione per la navigazione sul Verbano

Momenti decisivi in vista del rinnovo della convenzione per la navigazione sul Verbano

LOCARNO - Che i battelli che solcano le acque del Verbano abbiano bisogno di una nuova rotta lo si va dicendo da tempo. Ora il dibattito è giunto ad un momento decisivo, vista la scadenza – nel 2016 – della convenzione fra Italia e Svizzera che regola la navigazione sui laghi ticinesi. Se sul Ceresio la competenza è rossocrociata, sul Lago Maggiore i collegamenti .
lacustri dipendono da Roma. E proprio nella capitale italiana, qualche giorno fa, i ministri Doris Leuthard e Claudio Zali hanno anticipato al proprio omologo italiano, Graziano Delrio, responsabile del settore Infrastrutture e trasporti, l'intenzione di ridiscutere l'accordo. L'obiettivo è quello di sfruttare l'occasione per garantire un'offerta più attrattiva.
CdT
Un traguardo al quale il Locarnese, sostenuto dal Cantone, guarda con sempre maggiore interesse. Proprio in quest'ambito si inserisce il terzo e ultimo Forum per il Lago Maggiore, in programma giovedì al Palazzo dei congressi di Muralto. L'evento – organizzato dal Centro di competenza Lago Maggiore e patrocinato dall'Ente regionale per lo sviluppo del Locarnese e la Vallemaggia (ERS) – sarà l'occasione per presentare i risultati dello studio sul potenziale turistico della navigazione sul Verbano, commissionato da Bellinzona in collaborazione con l'ERS.

1 commento:

Anonimo ha detto...


Se la Svizzera ritira la convenzione di navigazione deve ritirare le vecchie carrette, e deve comperare nuovi natanti a un prezzo elevato, che non sarà possibili pagare con le entrate dei biglietti pagati dai clienti .